Sanità e salute/ Coronavirus, l’UE attiva misure di sicurezza

14/02/2020

Il meccanismo di protezione civile prevede il rimpatrio dei cittadini dell'Unione Europea. Il Centro di coordinamento per le emergenze al lavoro 24 ore su 24, 7 giorni su 7

Con l'intensificarsi dello scoppio del nuovo Coronavirus, il meccanismo di protezione civile dell'UE è stato attivato a seguito di una richiesta di assistenza da parte della Francia per fornire supporto consolare ai cittadini dell'UE a Wuhan, in Cina. Il Centro di coordinamento della risposta alle emergenze dell'UE lavora 24 ore su 24, 7 giorni su 7, ed è in costante contatto con gli Stati membri, le delegazioni dell'UE nella regione e l'ambasciata cinese a Bruxelles.

Il meccanismo di protezione civile dell'UE rafforza la cooperazione tra Stati membri/Stati partecipanti nel campo della protezione civile, al fine di migliorare la prevenzione, la preparazione e la risposta alle catastrofi. Ad oggi, tutti gli Stati membri dell'UE partecipano al meccanismo, così come l'Islanda, la Norvegia, la Serbia, la Macedonia settentrionale, il Montenegro e la Turchia.

 

Maggiori informazioni