DL Ristori, detassate le indennità per Covid-19 | Confprofessioni
15/12/2020
DL Ristori, detassate le indennità per Covid-19

Approvato un emendamento al DL 137/2020

"I contributi e le indennità di qualsiasi natura connessi all'emergenza epidemiologica da COVID-19 spettanti ai soggetti esercenti impresa, arte o professione, nonché ai lavoratori autonomi, non concorrono alla formazione del reddito imponibile ai fini delle imposte sul reddito". Questo il testo dell'emendamento approvato in fase di conversione in legge del Decreto Ristori (dl 137/2020), recante misure urgenti a sostegno di imprese, lavoratori autonomi e famiglie alle prese con l'emergenza epidemiologica. 

 

"L'emendamento fa riferimento a tutti quei contributi e fondi erogati ai soggetti che esercitano l'attività d'impresa, sebbene in forma individuale, o ai lavori autonomi, esercenti anche arti e professioni; di fatto, si tratta di contributi che potenzialmente formano, se l'esclusione non è stata esplicitamente prevista, una componente del reddito d'impresa, ai sensi degli articoli 55 e seguenti o di lavoro autonomo, ai sensi dell'art. 54 del dpr 917/1986 (Tuir)" -  si legge su Italia Oggi. "Molti dei detti contributi, al momento dell'emanazione dei provvedimenti specifici, erano già stati esclusi dalla tassazione, grazie appunto alla previsione inserita nel medesimo provvedimento, ma il legislatore è andato oltre e, al fine di applicare un principio di equità e togliere qualsiasi dubbio in merito, ha ritenuto opportuno introdurre una specifica norma, quasi a valenza interpretativa". 

 

Continua a leggere su www.italiaoggi.it/news/detassate-tutte-le-indennita-da-covid-19-2498994