Pillole fiscali di febbraio 2021 | Confprofessioni
17/03/2021
Pillole fiscali di febbraio 2021

di Lelio Cacciapaglia e Maurizio Tozzi

Per la professione

 

Trattamento fiscale contributi regionali anti COVID

Agenzia delle entrate, risposta n. 84 del 3/2/21

Il bonus per fronteggiare l’emergenza da Covid-19 erogato ai liberi professionisti titolari di partita IVA, attiva alla data della presentazione dell'istanza e ai titolari di rapporti di collaborazione che posseggano un reddito di lavoro autonomo, non è da assoggettare a ritenuta alla fonte a titolo di acconto IRPEF in fase di erogazione e, pertanto, non è imponibile nei confronti dei percettori.

 

ISA agricoltura, manifatture, servizi, commercio e attività professionali

Ministero dell'economia e delle finanze, decreto 2/2/21 (G.U. n.42 del 19/2/21)

Approvati gli indici sintetici di affidabilità fiscale relativi ad attività economiche dei comparti dell'agricoltura, delle manifatture, dei servizi, del commercio e delle attività professionali.

Gli indici sintetici di affidabilità fiscale approvati con il presente decreto si applicano a decorrere dal periodo di imposta in corso alla data del 31/12/20.

 

Planimetrie catastali

Agenzia delle entrate, provvedimento del direttore n. 41910 del 12/2/21

Implementate le modalità di consultazione telematica delle planimetrie catastali da parte dei pubblici ufficiali incaricati della stipula di atti immobiliari e dei professionisti abilitati alla presentazione telematica degli atti di aggiornamento catastale

 

Esenzione IVA attività di formazione

Agenzia delle entrate, risposta n. 85 del 4/2/21

L'esenzione IVA prevista per le prestazioni educative dell'infanzia e della gioventù e per quelle didattiche di ogni genere, come anche per la formazione, l'aggiornamento, la riqualificazione e riconversione professionale, rese da istituti o scuole riconosciuti da pubbliche amministrazioni e da ONLUS non si applica alle attività di formazione svolte al di fuori dell’ambito regionale senza uno specifico riconoscimento da parte della Regione in cui la società intende svolgere i corsi di formazione professionale.

 

Riduzione forfetaria del cambio per i redditi delle persone fisiche iscritte nei registri anagrafici del comune di Campione d’Italia

Agenzia delle entrate, provvedimento del direttore n. 44480 del 15/2/21

Fissata al 33,77% la riduzione forfetaria del cambio di cui all’art. 188-bis, commi 1 e 2, del TUIR da applicare ai redditi, diversi da quelli di impresa, delle persone fisiche iscritte nei registri anagrafici del comune di Campione d’Italia, nonché ai redditi di lavoro autonomo di professionisti e con studi nel comune di Campione d’Italia, prodotti in franchi svizzeri nel territorio dello stesso comune, e/o in Svizzera, e ai redditi d’impresa realizzati dalle imprese individuali, dalle società di persone e da società ed enti di cui all’art. 73, iscritti alla CCIAA di Como e aventi la sede sociale operativa, o un’unità locale, nel Comune di Campione d’Italia, prodotti in franchi svizzeri nel Comune di Campione d’Italia.

 

SPID, CIE e CNS

Agenzia delle entrate, comunicato stampa del 16/2/21

Dall’1/3/21 si può accedere ai servizi telematici dell’Agenzia delle Entrate utilizzando SPID, CIE o CNS riconosciuti per accedere ai servizi online di tutte le PA. Dalla stessa data, l’Agenzia delle Entrate non rilascerà più nuove credenziali Fisconline ai cittadini e quelle già in uso verranno progressivamente dismesse. I professionisti e le imprese in possesso delle credenziali Entratel, Fisconline e Sister potranno continuare a utilizzarle anche dopo l’1/3.

 

 

Per gli immobili

 

Superbonus: asseverazione tardiva

Agenzia delle entrate, risposta n. 127 del 24/2/21

Per l’accesso al Superbonus 110%, il progetto degli interventi per la riduzione del rischio sismico e l'asseverazione devono essere allegati alla segnalazione certificata di inizio attività o alla richiesta di permesso di costruire, al momento della presentazione allo sportello unico competente per i successivi adempimenti, tempestivamente e comunque prima dell'inizio dei lavori.

 

Superbonus: interventi di riqualificazione energetica su abitazione costituita da tre particelle catastali unite di fatto ai fini fiscali

Agenzia delle entrate, risposta n. 122 del 22/2/21

È una unica unità residenziale unifamiliare l'unità residenziale solo formalmente costituita da distinte particelle catastali, con conseguente applicazione di un unico limite di spesa ai fini della fruizione del Superbonus, in caso di stretta interconnessione delle particelle catastali unite ai fini fiscali, come risulta da annotazione nella visura catastale, costituenti un'unica residenza.

 

Superbonus: interventi ammessi

Agenzia delle entrate, risposte n. 68 dell’1/2/21, n. 114, n. 115 e 116 del 16/2/21 e n. 121 del 22/2/21

Possibile accedere al Superbonus:

  • in relazione alle spese sostenute per l’intervento di ricostruzione con criteri antisismici del muro di contenimento;
  • per l’unità immobiliare a destinazione residenziale, funzionalmente indipendente e quindi dotata di almeno tre impianti di proprietà esclusiva tra quelli per l'acqua, per il gas, per l'energia elettrica e per il riscaldamento, e che disponga di un accesso autonomo dall'esterno, nel rispetto di ogni altra condizione richiesta dalla normativa e ferma restando l'effettuazione di ogni adempimento richiesto;
  • per le ASD con l’assenso del Comune proprietario all'esecuzione dei lavori da parte del concessionario in relazione alle spese sostenute per la realizzazione di interventi ammissibili relativi all'immobile o parte di esso adibito a spogliatoio;
  • per le spese sostenute per gli interventi realizzati su edifici classificati nella categoria catastale F/2, unità collabenti, a condizione, tuttavia, che al termine dei lavori l'immobile rientri in una delle categorie catastali ammesse al beneficio, ossia immobili residenziali diversi da A/1, A/8, A/9 e relative pertinenze. Per l'individuazione dei limiti di spesa nel caso in cui gli interventi comportino l'accorpamento di più unità immobiliari o la suddivisione in più immobili di un'unica unità abitativa devono essere considerate le unità immobiliari censite in Catasto all'inizio degli interventi edilizi e non quelle risultanti alla fine dei lavori.

 

Superbonus: interventi finalizzati alla efficienza energetica realizzati in un cd. supercondominio

Agenzia delle entrate, risposta n. 94 dell’8/2/21

Se in un supercondominio (condominio con immobili separati) la sostituzione dell'impianto termico centralizzato non consenta il miglioramento di due classi energetiche ma tale risultato sia raggiunto solo per alcuni edifici oggetto di ulteriori interventi trainanti o trainati, possono accedere al Superbonus solo i condòmini che possiedono le unità immobiliari all'interno degli edifici oggetto di tali ulteriori interventi. La verifica del rispetto dei requisiti necessari deve essere effettuata con riferimento a ciascun edificio e, in particolare, il doppio passaggio di classe è attestata mediante gli appositi APE convenzionali ante e post intervento, redatti per i singoli edifici oggetto degli interventi.

 

Superbonus: interventi di demolizione e ricostruzione

Agenzia delle entrate, risposta n. 88 dell’8/2/21

Rientrano tra gli interventi di ristrutturazione edilizia gli interventi di demolizione e ricostruzione di edifici esistenti con diversa sagoma, prospetti, sedime e caratteristiche planivolumetriche e tipologiche, con le innovazioni necessarie per l'adeguamento alla normativa antisismica, per l'applicazione della normativa sull'accessibilità, per l'istallazione di impianti tecnologici e per l'efficientamento energetico. L'intervento può prevedere incrementi di volumetria anche per promuovere interventi di rigenerazione urbana.

 

Superbonus- interventi di riduzione del rischio sismico su due unità immobiliari C/2 funzionalmente autonome

Agenzia delle entrate, risposta n. 87 dell’8/2/21

In caso in cui gli interventi comportino l'accorpamento di più unità abitative o la suddivisione in più immobili di un'unica unità abitativa, deve essere valorizzata la situazione esistente all'inizio dei lavori e non quella risultante al termine degli stessi.

 

Superbonus: cooperativa mista

Agenzia delle entrate, risposta n. 83 del 3/2/21

Niente Superbonus se le strutture oggetto degli interventi non risultano costituite in condominio secondo la disciplina civilistica prevista.

 

Il termine per l’invio della cessione del credito del Superbonus – rinvio

Agenzia delle entrate, provvedimento del direttore n. 51374 del 23/2/21

Le comunicazioni delle opzioni relative al Superbonus, relativamente alle spese sostenute nel 2020, possono essere inviate fino al 31/3/21. Si ricorda che l’art. 121 del decreto-legge n. 34 del 2020 (decreto Rilancio) ha previsto che, per il Superbonus e le detrazioni spettanti per gli altri interventi edilizi elencati al medesimo art. 121, il soggetto beneficiario possa optare, in luogo dell’utilizzo diretto della detrazione, per un contributo anticipato sotto forma di sconto dai fornitori che hanno realizzato gli interventi o, in alternativa, per la cessione a soggetti terzi del credito corrispondente alla detrazione spettante, ivi compresi banche e altri intermediari finanziari.

 

Agevolazioni “prima casa” e riacquisto all'estero

Agenzia delle entrate, risposta n. 126 del 24/2/21

Non si decade dai benefici prima casa in caso di vendita infraquinquennale dell'immobile anche nell'ipotesi in cui il nuovo immobile acquistato adibito ad abitazione principale sia situato in uno Stato estero con cui sussistono strumenti di cooperazione amministrativa che consentono di verificare che effettivamente l'immobile ivi acquistato sia stato adibito a dimora abituale.

 

 

Varie

 

Università non statali - fissata la spesa massima detraibile per il 2020 delle spese universitarie

Ministero dell’università e della ricerca, decreto 30/12/20 (G.U. n.44 del 22/2/21)

L'art. 15, co. 1, lett. e) del Tuir prevede la detraibilità delle spese per frequenza di corsi di istruzione universitaria presso università statali e non statali, in misura non superiore, per le università non statali, a quella stabilita annualmente con decreto del Ministero dell'istruzione, dell’università e della ricerca. Il Miur ha ora emanato il decreto che fissa per il periodo d’imposta 2020 il tetto massimo di spese detraibili per il 19% per le università non statali, confermando gli importi già fissati con i decreti precedenti.

 

L’adesione servizio di consultazione e acquisizione delle fatture elettroniche - rinvio

Agenzia delle entrate, provvedimento del direttore n. 56618 del 28/2/21

Disposta la ulteriore proroga, fino al 30/6/21, del periodo per effettuare l’adesione al servizio di consultazione e acquisizione delle fatture elettroniche e dei loro duplicati informatici.

 

Saggio di interessi da applicare in caso di ritardo nei pagamenti nelle transazioni commerciali

Ministero dell'economia e delle finanze, comunicato (G.U. n.29 del 4/2/21)

Per il periodo dall’1/1 – 30/6/21 il tasso di riferimento per la determinazione degli interessi per ritardati pagamenti nelle transazioni commerciali è pari all’8%

 

Trasmissione dati al sistema tessera sanitaria – proroga termini

Ministero dell'economia e delle finanze, decreto 29/1/21 (G.U. n.31 del 6/2/21)

Prorogati i termini per la presentazione telematica dei dati delle spese sanitarie relative agli anni 2020 e 2021, previsti dal decreto 19/10/20 per effetto del rinvio all’1/1/22 della memorizzazione elettronica e trasmissione telematica dei corrispettivi giornalieri, per i soggetti tenuti all'invio dei dati al Sistema TS dei dati ai fini dell'elaborazione della dichiarazione dei redditi precompilata, disposto dall'art. 3, co. 5 del D.L. n. 183/2020.

 

Buoni pasto - dipendenti in modalità di lavoro agile

Agenzia delle entrate, risposta n. 123 del 22/2/21

Per l’erogazione, da parte del datore di lavoro, dei buoni pasto in favore dei propri dipendenti trova applicazione il regime di parziale imponibilità prevista dalla lett. c) del co. 2 dell’art. 51 del Tuir, indipendentemente dall’articolazione dell’orario di lavoro e dalle modalità di svolgimento dell’attività lavorativa (quindi, anche per il lavoro agile).