Professionisti, crescono i pensionati attivi | Confprofessioni
22/02/2021
Professionisti, crescono i pensionati attivi

A fine 2018 i professionisti pensionati che continuano a lavorare e versare i contributi sono il 45,2% del totale dei contribuenti

"Quasi uno su due degli iscritti alle Casse professionali è un pensionato attivo, che prosegue quindi la propria attività (e versa i contributi) anche dopo aver raggiunto la pensione". Un fenomeno che emerge dall’Ottavo Rapporto sulle pensioni di Itinerari previdenziali e viene messo in luce da Valeria Uva su Il Sole 24 Ore.

 

Secondo i dati del Rapporto "Il Bilancio del Sistema Previdenziale italiano - Andamenti finanziari e demografici delle pensioni e dell'assistenza per l'anno 2019", dal 2005 al 2018 la crescita è stata rispettivamente del 102,41% per i pensionati attivi e del 23,51% per i pensionati veri e propri. Un fenomeno di non breve durata, che a fine 2018 ha portato i pensionati attivi a costituire il 45,2% del totale dei contribuenti.

 

«La prosecuzione del versamento dei contributi anche dopo la pensione -  si legge nello Studio - è conseguente sia alle recenti riforme che hanno gradualmente aumentato la componente contributiva personale nel calcolo della pensione sia alle ricorrenti crisi economico-finanziarie che portano dubbi e paure sul futuro».