Ricongiunzione rateizzabile senza interessi | Confprofessioni
18/02/2021
Ricongiunzione rateizzabile senza interessi

Non può essere determinata alcuna maggiorazione a titolo di interessi degli oneri di ricongiunzione relativi alle domande presentate nel corso del 2021

Il pagamento dell’onere di ricongiunzione può essere effettuato a rate con la maggiorazione di un interesse annuo composto. 

Ogni anno sono fornite le tabelle con i coefficienti da utilizzare per i pagamenti relativi alle domande presentate, aggiornati in base al tasso di variazione medio annuo dell’indice dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati, accertato dall’ISTAT per l’anno precedente a quello di riferimento.

 

INPS informa che il tasso di variazione medio annuo dell'indice dei prezzi al consumo per il 2020 è negativo ed è pari a -0,3%. Ne consegue che non può essere determinata alcuna maggiorazione a titolo di interesse degli oneri di ricongiunzione relativi alle domande presentate nel corso del 2021.

 

Pertanto, gli oneri di ricongiunzione relativi a domande presentate nel 2021 possono essere versati a rate, senza applicazione di interessi per la rateizzazione.

 

Leggi la circolare: https://servizi2.inps.it/Servizi/CircMessStd/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualUrl=%2fCircolari%2fCircolare%20numero%2026%20del%2016-02-2021.htm