Ottavo programma d’azione per l’ambiente. L’UE misurerà i progressi degli obiettivi ambientali e climatici del Green Deal

Frans Timmermans, Vicepresidente esecutivo per il Green Deal europeo, ha dichiarato: "Abbiamo obiettivi ambientali e climatici molto ambiziosi per realizzare la transizione verde e giusta di cui l'Europa e il mondo hanno bisogno.”

La Commissione ha presentato, ieri 26 luglio, l’Ottavo programma d’azione per l’ambiente contenente un elenco di indicatori chiave per monitorare i progressi compiuti sugli obiettivi dell’UE in materia di ambiente e clima fino al 2030 e sulla visione a lungo termine per il 2050 “live well, within planetary boundaries“. A seguito di intense consultazioni con le parti interessate e gli Stati membri, il nuovo quadro di monitoraggio nell’ambito dell’ottavo programma d’azione per l’ambiente mira a promuovere la trasparenza e a informare i cittadini europei sull’impatto della politica climatica e ambientale dell’UE.

Gli indicatori chiave seguono la struttura dell’ottavo programma d’azione per l’ambiente sulla base del Green Deal europeo e includono i due o tre indicatori più pertinenti e statisticamente solidi per ciascun obiettivo tematico prioritario fino al 2030, fra cui la mitigazione dei cambiamenti climatici, l’adattamento ai cambiamenti climatici, l’economia circolare, l’azzeramento dell’inquinamento e la biodiversità. L’elenco comprende inoltre cinque indicatori per misurare i progressi compiuti in risposta alle principali pressioni ambientali e climatiche.

Si tratta, in linea con gli obiettivi del Green Deal europeo, della transizione che L’UE deve portare a termine nei prossimi anni verso sistemi sostenibili per l’energia, l’industria, la mobilità e l’alimentazione. Inoltre, la serie principale comprende indicatori per monitorare i progressi compiuti verso le principali condizioni abilitanti, vale a dire la finanza sostenibile, gli oneri finanziari per chi inquina e l’eliminazione graduale delle sovvenzioni dannose per l’ambiente. L’ultimo capitolo del quadro di monitoraggio comprende indicatori sistemici che mirano a cogliere i progressi compiuti verso le tre dimensioni del benessere ambientale, includendo, oltre alla tutela della natura, anche aspetti economici e sociali.

Frans Timmermans, Vicepresidente esecutivo per il Green Deal europeo, ha dichiarato: “Abbiamo obiettivi ambientali e climatici molto ambiziosi per realizzare la transizione verde e giusta di cui l’Europa e il mondo hanno bisogno. Ma non si può gestire quello che non si è capaci di misurare. Per rimanere sul binario giusto, dobbiamo sapere se stiamo conseguendo i nostri obiettivi. Questi indicatori ci aiutano a saperlo.”

 

Maggiori informazioni