Bonus Bici, boom di richieste | Confprofessioni
03/11/2020
Bonus Bici, boom di richieste

L'assalto al portale del Ministero dell'Ambiente il giorno del click day per il bonus mobilità

Ritardi e blocchi del portale predisposto dal Ministero dell'Ambiente nella mattinata del 3 novembre per il click day del cosiddetto "Bonus Bici", l'incentivo per l’acquisto di biciclette e monopattini pari al 60% della spesa sostenuta fino a un massimo di 500 euro. Per il voucher il Governo ha stanziato 210 milioni di euro che, secondo i calcoli del Corriere della Sera, dovrebbero soddisfare circa 600 mila richieste. 

 

Il «bonus» è valido per gli acquisti fatti dal 4 maggio al 31 dicembre 2020 per biciclette nuove o usate, sia tradizionali che a pedalata assistita; handbike nuove o usate; veicoli nuovi o usati per la mobilità personale a propulsione prevalentemente elettrica; servizi di mobilità condivisa a uso individuale esclusi quelli mediante autovetture. 

 

 

Per fruire del buono mobilità occorre accedere al portale www.buonomobilita.it con le proprie credenziali SPID di livello 2 e scegliere una delle due modalità:



• MODALITÀ 1 (dal 4 maggio 2020 al 2 novembre 2020).

Per gli acquisti già effettuati si deve richiedere il rimborso allegando il documento giustificativo di spesa e comunicando il proprio IBAN. L'erogazione avviene dunque tramite rimborso diretto al beneficiario, nei limiti del 60% della spesa sostenuta e, comunque, in misura non superiore a euro 500. La richiesta di rimborso deve essere presentata entro e non oltre 60 giorni dalla operatività dell'applicazione web;



• MODALITÀ 2 (dal 3 novembre 2020 al 31dicembre 2020).

Dal 3 novembre 2020 occorre richiedere la generazione di un buono mobilità in proprio favore prima dell'acquisto. Gli interessati, attraverso l'applicazione web, indicano il bene o il servizio che intendono acquistare; l'applicazione web genera un buono mobilità da consegnare agli esercenti accreditati sull'applicazione al fine dell'acquisto. I beneficiari possono scegliere la fascia di importo del buono mobilità (fino a 150 euro, fino a 300 euro e fino a 500 euro). Il buono mobilità generato riporta il nome e il cognome dell'utente, il valore massimo del buono, un bar-code e un QR-code. È cura dell'esercente comunicare attraverso l'applicazione web il codice del buono e l'importo del bene acquistato: l'applicazione web in tempo reale applica la decurtazione del 60%, fino ad un massimo di 500 euro, e informa l'esercente dell'effettivo valore del buono e del costo a carico dell'acquirente. L'esercente verifica gli importi e, se non riscontra anomalie, procede con l'acquisizione del buono e con la successiva validazione ai fini del rimborso. Il buono mobilità può essere utilizzato entro 30 giorni dalla relativa generazione e comunque entro il 31 dicembre 2020, pena l'annullamento, esclusivamente presso gli esercenti accreditati.