News Primo piano

Decreto lavoro, Confprofessioni: Valorizzato il ruolo della contrattazione collettiva

Il presidente Stella in audizione presso la commissione Affari sociali del Senato: “Gli interventi di semplificazione, rinviando agli accordi tra le parti sociali, contribuiscono a rendere più agile l’utilizzo del lavoro a termine e meno onerosi gli obblighi di informazione da parte del datore. Servono un attento monitoraggio degli incentivi volti all’inserimento occupazionale e un adeguamento della soglia dei fringe benefits”

Più autonomia per i fondi sanitari

Qualche passo in avanti per cercare di tirare le fila del mondo della sanità integrativa e migliorare la relazione tra pubblico e privato è già stato compiuto. Ma si potrebbe fare di più. Un esempio? Allargare la rosa ristretta di prestazioni già previste dal Decreto Sacconi per i fondi di assistenza sanitaria integrativa. E non solo. La parola a Luca De Gregorio direttore di Cadiprof

In vigore il Decreto Lavoro

Pubblicato in Gazzetta Ufficiale il testo del decreto-legge 4 maggio 2023, n. 48, recante misure urgenti per l’inclusione sociale e l’accesso al mondo del lavoro. Tra le misure previste, gli incentivi per le assunzioni giovanili, le nuove causali per la stipula dei contratti a termine, l’incremento della soglia dei fringe benefit, la riduzione del cuneo fiscale

Salario minimo, no di Confprofessioni

La Confederazione presieduta da Gaetano Stella in audizione presso la Commissione Lavoro della Camera: Le dinamiche salariali in Italia sono già regolate dalla contrattazione collettiva che garantisce un’ampia rete di protezione sociale ai lavoratori. Per adeguare i redditi all’inflazione meglio puntare sulla detassazione degli aumenti retributivi

Delega fiscale, Confprofessioni: Giudizio positivo sulla riforma

La riduzione delle ritenute sui redditi di lavoro autonomo prodotti da professionisti “strutturati” e la neutralità fiscale delle operazioni di aggregazione rappresentano uno stimolo alla crescita del nostro settore. Prioritario equiparare i redditi di lavoro dipendente e autonomo. Più coraggio sui giovani

Gaetano Stella, presidente del Ceplis: Parità di genere, leva per la crescita degli studi

In occasione della Giornata internazionale della donna, il Conseil européen des Professions Libérales rilancia la strategia per la parità di genere 2020-2025 della Commissione europea. Divario retributivo, violenza contro le donne, formazione in materie tecnico-scientifiche tecnologiche e matematiche, valori comuni ed etica professionale sono i primi obiettivi strategici da raggiungere

Superbonus, Confprofessioni: Riattivare la cessione dei crediti

Il presidente Stella in audizione alla Camera ha avanzato l’ipotesi di cartolarizzare i crediti e la possibilità dei proprietari di immobili di trasformare il bonus in “credito d’imposta”. E in prospettiva serve una revisione complessiva del sistema di detrazioni fiscali nel settore dell’edilizia

Incentivi, Confprofessioni: parità tra imprese e professionisti

Il presidente Stella: il via libera alla revisione del sistema degli incentivi alle imprese è l’occasione per fissare il principio di uguaglianza tra i soggetti economici, mettendo fine alle sperequazioni generate dall’attuale sistema. Ripartire da digitalizzazione e aggregazioni per far crescere il settore professionale

Superbonus, rischio lockdown per l’edilizia

La posizione del gruppo di lavoro di Confprofessioni sui bonus edilizi: riattivare la cessione dei crediti, valutare la cartolarizzazione dei crediti e la possibilità di trasformare il bonus in “credito d’imposta”

La politica? Un lavoro da professionisti

Riforma delle pensioni, reddito di cittadinanza e lavoro autonomo. Sulla sua scrivania passano i dossier più delicati del programma di governo. La sua esperienza nell’ambito del lavoro e delle professioni è una garanzia per sburocratizzare e risollevare l’occupazione. Anche negli studi professionali. Nel segno del confronto e della collaborazione. Parla il ministro Marina Elvira Calderone

Milleproroghe, ok di Confprofessioni

Oggi, davanti alle commissione riunite Affari Costituzionali e Bilancio del Senato, sì della Confederazione alle proroghe su Fondi di solidarietà bilaterali, buoni benzina per i dipendenti, ricetta medica elettronica e assunzione del personale della P.A

Professioni, si naviga a vista

Presentato oggi a Roma il VII Rapporto sulle libere professioni in Italia, alla presenza del ministro del Lavoro, Marina Elvira Calderone. Dopo la pandemia e la crisi internazionale, il settore professionale limita le perdite. Nonostante una leggera flessione, l’Italia si conferma il Paese con il maggior numero di professionisti in Europa. Calano i datori di lavoro, ma crescono i dipendenti degli studi. In flessione i redditi, ma non per tutti. E Confprofessioni lancia l’allarme sulla fuga dei neolaureati dalla libera professione