Estimo: scienza del metodo | Confprofessioni
Fidaf | 11/09/2020
Estimo: scienza del metodo

Le giornate di studio organizzate da Fidaf per l'8 e il 9 ottobre

La Federazione Italiana Dottori in Scienze Agrarie e Forestali (FIDAF), in collaborazione con il Centro Studi di Estimo e di economia territoriale (Ce.S.E.T.), il Consiglio Nazionale dell’Ordine dei Dottori Agronomi e Forestali (CONAF), la Confederazione Italiana Libere Professioni (ConfProfessioni) e la Fondazione Ravà, organizza due giornate di studio a distanza per approfondire il tema dell'estimo, una delle discipline di elezione dei laureati in Scienze Agrarie ed in Scienze Forestali che, attraverso le conoscenze scientifico/tecniche acquisite con gli studi universitari, sono in grado di affrontare adeguatamente gli approcci estimativi riguardanti i numerosi temi e settori nei quali questa disciplina si esplica.

 

I laureati in Scienze Agrarie e in Scienze Forestali e i Dottori Agronomi e Dottori Forestali sono quindi abitualmente coinvolti, a vario titolo, nei processi estimativi: dalla analisi e ricerca scientifica connessa con la materia, alla didattica in ambito universitario e scolastico di istituti tecnici, dalla stesura di stime, alla realizzazione di perizie giurisdizionali in veste di CTU o CTP nell’ambito dei procedimenti legali, dalla partecipazione al processo di valutazione dei danni alle colture e alle strutture per conto delle compagnie di assicurazione e riassicurazione, alla valutazione di beni mobili e immobili per conto di privati, di istituti di credito e di quanti abbiano simili interessi. 

 

I lavori hanno inizio l'8 ottobre con i saluti istituzionali, a cui parteciperanno Andrea Sonnino, presidente Fidaf, e il presidente di Confprofessioni, Gaetano Stella.

 

Il programma, distribuito in due giornate, si divide in 4 sessioni (per motivi organizzativi si richiede ai partecipanti una registrazione per ciascuna sessione del convegno): 

  1. «L'insegnamento dell'Estimo nelle università e negli istituti tecnici», presieduta dal vice presidente di Fidaf Tommaso Maggiore
  2. «La stima dei danni nelle colture», presieduta dal vice presidente di Fidaf Roberto Accossu
  3. «Problemi cogenti», presieduta dal Dott. Agr. Gianluca Buemi, Coordinatore dipartimento CONAF
  4. Tavola rotonda: «Necessità di ricerca nel settore dei danni da avversità atmosferiche sulle colture agrarie e di formazione e aggiornamento dei periti»

 

Il convegno dà diritto al riconoscimento di CFP per gli iscritti all’Ordine dei Dottori Agronomi e dei Dottori Forestali, ma è un contributo che la FIDAF intende offrire non solo ai propri iscritti ma, direttamente, anche alle istituzioni che della loro competenza possono usufruire (Istituti bancari, Compagnie Assicurative, Enti di ricerca, Enti pubblici, Aziende e privati).