EUREGHA Assemblea Annuale Generale | Confprofessioni
05/02/2009
EUREGHA Assemblea Annuale Generale

Accrescere il ruolo delle delle autorità sanitarie locali e regionali nell'Unione Europea: (insieme possiamo farlo accadere) together we can make it happen

Il 5 Febbraio si è tenuta l’Assemblea Generale dell’EUREGHA (European Regional and Local Health Authorities), un network di autorità regionali e locali focalizzato sulla salute pubblica che raggiunge tutta l’Unione Europea per creare sinergie tra le Regioni e le altre parti interessate sulle questioni attinenti alla sanità, promuove lo scambio di buone prassi come mezzo per creare partenariati interregionali e transfontalieri.

Luc Van den Brande, Presidente del Comitato delle Regioni, in apertura ha sottolineato in che modo il Comitato lavora assieme alla DG SANCO per migliorare la salute dei cittadini, investendo nella prevenzione e nella ricerca. Le autorità locali e regionali, attori chiave e partners essenziali in questo settore, attraverso il principio di sussidiarietà sia orizzontale che verticale hanno in questo settore un ruolo molto importante. Il Presidente ha poi parlato della cooperazione transfrontaliera come nuova opportunità per offrire servizi sanitari di qualità nelle zone limitrofe.
L’incontro ha visto la presenza della Commissione Europea, vi hanno partecipato Rostislava Dimitrova, Policy Officer, DG Salute e Tutela dei Consumatori, la quale durante la prima parte dell’incontro dedicato alla descrizione del programma 2009 della Commissione Europea per una salute migliore, ha parlato dei grandi problemi che si incontrano in Europa quando vengono messe in atto iniziative importanti rivolte alla salute dei cittadini tra questi soprattutto la mancanza di cooperazione tra Stati Membri.

Lee McGill, Policy Officer, DG Salute e Tutela dei Consumatori, ha esposto le proposte della Commissione Europea per la realizzazione di sistemi di alta qualità e di sicurezza sanitaria per i pazienti nell’Unione Europea. Ci si auspica che oltre ad un miglioramento della salute dei cittadini si riducano le disparita ancora oggi esistenti nel territorio europeo nella prevenzione, monitoraggio, diagnostica e trattamento sanitario.

Nella seconda parte si è discusso dell’allungamento della vita media del cittadino europeo, delle determinanti politiche e sociali della salute, in particolare si è parlato degli aspetti regionali e locali di politica di agricoltura e di nutrizione, la salute della popolazione non riguarda esclusivamente la politica sanitaria ma anche altre politiche comunitarie.
Altro obiettivo è la promozione del ruolo della sanità elettronica, cioè l’utilizzo delle moderne tecnologie dell’informazione e comunicazione per rispondere ai bisogni dei cittadini, pazienti, operatori sanitari, ed altri. Questa permette un incremento della produttività, offre ai cittadini sistemi di assistenza sanitaria e al tempo stesso rispetta la diversità dell’Europa multiculturale e multilingua. Sono stati esposti alcuni esempi di successo in materia di sanità elettronica tra cui reti di informazione sanitaria, cartelle cliniche elettroniche, i servizi di telemedicina, sistemi di monitoraggio come monitor portatili che trasmettono i dati automaticamente.