La Veterinaria produce valore | Confprofessioni
ANMVI | 16/09/2020
La Veterinaria produce valore

Il Congresso Nazionale dell’Associazione Nazionale Medici Veterinari Italiani. Sabato 3 ottobre 2020 in live streaming sulla piattaforma EV Eventi Veterinari. Tra i relatori, il presidente di Confprofessioni, Gaetano Stella

Il prossimo sabato 3 ottobre, dalle ore 09:30 alle 18:00, in live streaming sulla piattaforma EV Eventi Veterinari, si terrà il Congresso Nazionale della Associazione Nazionale Medici Veterinari Italiani. Sarà il Presidente dell'ANMVI Marco Melosi ad aprire l’evento dal titolo "La Veterinaria produce valore- La professione veterinaria non sarà com'era. Sarà migliore". In programma lezioni magistrali, dialoghi e tavole rotonde digitali su Covid-19, digitale, formazione, pari opportunità e liberalizzazioni. Ecco una sintesi delle diverse sessioni di lavoro:

 

One Health dopo Covid-19. La Veterinaria ha visto crescere la consapevolezza sul suo ruolo sanitario, di prevenzione e di interfaccia uomo-animali. Ne parlerà il Professor Umberto Agrimi (Direttore del Dipartimento SANV) dell'Istituto Superiore di Sanità. Il principio "One Health" si è manifestato in tutta la sua evidenzia sostanziale, rendendo la Medicina e la Ricerca Veterinaria parte integrante del concetto "Una sola Salute". Sul tema interverrà il Viceministro alla Salute Pierpaolo Sileri.

 

Purpose-first Economy. Essere imprenditori dopo questa pandemia ha assunto una nuova connotazione valoriale: il professor Mario Calderini (Politecnico di Milano) terrà una relazione magistrale sull'importanza dell'imprenditoria sociale e di come valorizzare la produzione di valore secondo una visione improntata al  build it better, piùttosto che al build it back.  Modererà la sessione Carlo Scotti (Coordinatore ANMVI, Direttore di Business For Vets). Conciliare l'essere medici e l'essere liberi professionisti, senza contraddizioni, fa parte dei temi economici che saranno affrontati nel corso della giornata con un intervento del Professor Carlo Cottarelli (UniCatt). Nel corso dei lavori congressuali saranno presentati i risultati della consultazione avviata dall'ANMVI per verificare l'effetto pandemia sulla domanda di cure veterinarie.

 

L'impatto del digitale. La didattica universitaria e la formazione post-laurea dei Medici Veterinari hanno dovuto confrontarsi con le tecnologie digitali e con nuove metodologie di insegnamento e di apprendimento. Pro e contro saranno analizzati in dialogo fra il professor Gualtiero Gandini (UniBo) e il Presidente della Commissione Scientifica della SCIVAC Massimo Baroni.

 

Le pari opportunità. Sull'essere Veterinaria ed essere donna è in corso una consultazione promossa dall'ANMVI per conoscere la percezione delle Colleghe del gender gap e per verificare se esista e quali connotazioni abbia la questione di genere all'interno della professione veterinaria. I risultati saranno analizzati e discussi da Claudia Alessandrelli, Vicepresidente di Confprofessioni e da Eriberta Ros, libera professionista curatrice della consultazione.

 

Le liberalizzazioni 14 anni dopo.  La tavola rotonda del pomeriggio "Equo compenso, tariffe, pubblicità e concorrenza" discuterà di come sono cambiate le regole su tariffe, compensi e pubblicità dopo la legge Bersani, il decreto parametri, l'equo compenso e la prima Legge annuale sulla concorrenza.
La tavola rotonda sarà aperta da una lezione dell'Avvocato Luigi Camurri (consulente ANMVI) che ripercorrerà le modifiche all'ordinamento professionale veterinario, 14 anni dopo l'istruttoria dell'Antitrust sulle tariffe veterinarie e sulla pubblicità. Interverranno il Presidente e la vicepresidente Fnovi, Gaetano Penocchio e Carla Bernasconi, e il Presidente di Confprofessioni Gaetano Stella. 

 

 

LOCANDINA 

 

PROGRAMMA