ALMALAUREA: NEO-DOTTORI CON LODE MA SENZA LAVORO | Confprofessioni
19/03/2009
ALMALAUREA: NEO-DOTTORI CON LODE MA SENZA LAVORO

Rapporto 2009 sulla condizione occupazionale: la crisi si presenta subito dopo la laurea

Ad un anno dal titolo, il posto di lavoro è precario per oltre il 40% dei laureati sia pre che post riforma. Con picchi del 49,1% tra i neo dottori dei bienni specialistici, nonostante siano tra gli studenti più brillanti che l'Italia abbia mai avuto: si sono laureati presto, con un voto medio di 109 su 110, il 12% ha seguito programmi di studio all'estero e oltre il 70% sa bene l'inglese. Giovani che non trovano però gratificazione nel mercato italiano e che, per questo, rischiano di ingrossare le fila dei cervelli in fuga dall'Italia.

È quanto emerge dall'XI Rapporto AlmaLaurea sulla condizione occupazionale dei laureati italiani presentato in questi giorni a Roma, nella sede della Conferenza dei rettori. Il Rapporto 2009 sulla condizione occupazionale ha coinvolto quasi 300mila laureati di 47 università italiane. In particolare l'indagine, conclusa nell'autunno 2008, ha riguardato tutti gli oltre 140mila laureati post-riforma nell'anno solare 2007, intervistati a un anno dalla laurea: 105.439 di primo livello, 30.355 laureati specialistici (3+2), 7.715 laureati specialistici a ciclo unico (medicina, veterinaria, giurisprudenza, ecc.). Secondo i dati di AlmaLaurea, ad un anno dal titolo è precario il 42,7% dei laureati pre-riforma, il 46,8% di quelli triennali, il 49,1% di quelli specialistici e il 44,7% degli specialistici a ciclo unico. Il guadagno supera di poco i mille euro, con un picco di 1.140 per i laureati specialistici a ciclo unico.

L'indagine, nel complesso, ha riguardato quasi i due terzi dei laureati post riforma usciti nel 2007 dal sistema universitario italiano. Nel caso dei laureati specialistici biennali è la prima volta che il Rapporto restituisce la documentazione sulla loro condizione occupazionale a un anno dalla laurea. Dal 2001 al 2008 è calato il tasso di occupazione: meno 6 punti percentuali. Il 2008 è stato un anno "non facile", anche se i laureati si sono dimostrati più competitivi, ma i sintomi della crisi sono allarmanti per il 2009. Delineare l'andamento del mercato del lavoro in questa fase di crisi risulta decisamente difficoltoso. E' certo, tuttavia, che non si tratta di una bolla destinata ad esaurirsi nell'arco di breve tempo. In questo contesto, è bene ricordare che il periodo di osservazione delle indagini AlmaLaurea, concluse nell'autunno 2008, ha solo sfiorato la crisi più acuta, ma i suoi segnali sono già stati intercettati nel Rapporto che viene presentato. Info: www.almalaurea.it

SINTESI DEL RAPPORTO ALMALAUREA
http://www.almalaurea.it/info/almanews/salastampa/comunicati/2009/sintesi+tavole_xi_rapporto_occupazione_al.pdf